Slippers amp da uomo; Cuoio Estate slingback in microfibra informale all'aperto sandali piani del tallone sandali US75 / EU39 / UK65 / CN40 Estremamente

B072SKD3SV

Slippers & amp da uomo; Cuoio Estate slingback in microfibra informale all'aperto sandali piani del tallone sandali US7.5 / EU39 / UK6.5 / CN40

Slippers & amp da uomo; Cuoio Estate slingback in microfibra informale all'aperto sandali piani del tallone sandali US7.5 / EU39 / UK6.5 / CN40
  • Genere: Uomo,
  • Categoria: Slippers & flip-flop,
  • Stagione: Estate,
  • Stili: Slingback,
  • Occasione: Esterno,
Slippers & amp da uomo; Cuoio Estate slingback in microfibra informale all'aperto sandali piani del tallone sandali US7.5 / EU39 / UK6.5 / CN40

Macchine Fotografiche

Accessori Fotografia

Obiettivi Reflex

Obiettivi Mirrorless

Stampa Foto Net-Print

Schede di Memoria

Action Cam

Videocamere

Navigazione

Audio e Accessori Auto


La storia del Carnevale di Putignano

  • Info generali
  • Biglietteria
  • FiloDirettocolTeatro
  • Le origini

    È il 1394. La costa pugliese è preda delle scorrerie saracene, i tentativi di assalto si susseguono e la paura dei saccheggi inizia a popolare costantemente gli incubi di abitanti e governatori, al tempo, i Cavalieri di Malta.
    L’imperativo è uno: proteggere dalle razzie ciò che di più prezioso è custodito nel territorio, partendo dalle reliquie di Santo Stefano Protomartire, fino a quel momento conservate nell’abbazia di Monopoli. Allontanarle dalla costa e spostarle nell’entroterra sembra essere l’unica soluzione possibile: Putignano, perfetta per la sua posizione, viene scelta come meta del trasferimento.

    Il 26 dicembre 1394 le reliquie, accompagnate da un corteo sacro, vengono traslate nella chiesa di Santa Maria la Greca, lì, dove tutt’oggi sono ancora custodite.
    È in questo momento che la storia si intreccia alla leggenda, il sacro al profano: il racconto, tramandato dalla tradizione orale, vuole che i contadini di Putignano impegnati nell’innesto delle viti con la tecnica della propaggine, al passaggio della processione abbandonassero campi e lavoro per accodarsi festanti al corteo, ballando, cantando e improvvisando versi satirici in vernacolo.
    Nasce così la Festa delle Propaggini, quella che da 622 anni ogni 26 dicembre segna l’inizio del Carnevale più lungo di Italia nonché più antico di Europa: il Carnevale di Putignano.

    Gli inizi del ‘900

    È solo nella prima metà del ‘900 che la maestranza artigianale del paese fa il suo ingresso da protagonista nel Carnevale di Putignano, mettendo arte, passione e competenza a totale disposizione del ludico spasso carnascialesco. Con il tempo, i piccoli carretti sormontati da pupazzi di paglia e stracci, lasciano il posto ai primi carri allegorici dall’anima in ferro e il rivestimento di carta.
    La sfilata dei carri richiama l’intero paese e diverte tutti i ceti, il Carnevale, non più appannaggio esclusivo dei contadini, chiama chiunque a buttarsi nella mischia: è la festa di tutti.

    Il trionfo della cartapesta si raggiunge negli anni ’50 con l’introduzione di innumerevoli tecniche lavorative; al filo di ferro e alla carta di giornale inizia ad affiancarsi la lavorazione dell’argilla, facilmente reperibile in loco a basso costo.

    Riti a Dioniso

    Non va certamente dimenticata la teoria di alcuni studiosi, che affonderebbe le radici del Carnevale di Putignano negli ultimi secoli a.C., al tempo in cui la città era colonia della Magna Grecia e frequenti erano i riti propiziatori verso il dio Dioniso. In questo caso, il 1394 rappresenterebbe il passaggio di “cristianizzazione” di una festa pagana già esistente.

    I nostri giorni

  • Agenzie spaziali
  • Agricoltura
  • Dal 26 dicembre al martedì grasso, è un susseguirsi di riti, tradizioni, sfilate e processioni, in un continuo fondersi e alternarsi di sacro e profano. Ne è un esempio il 26 dicembre, giorno di Santo Stefano e delle Propaggini, così come il 17 gennaio, giorno di Sant’Antonio Abate ma anche inizio degli appuntamenti del carnevale dai ritmi più sfrenati.
    Da questo momento l’avvicendarsi delle settimane è segnato dalla centralità dei giovedì: se in passato il giovedì era sinonimo di banchetti e balli in maschera nei sottani del centro storico, i cosiddetti jos’r, oggi è sinonimo di dissacrante satira sociale. Ogni giovedì mira a portare sul palco una storia e un gruppo sociale ben preciso: in un ordine assolutamente immutabile si parte con i Monsignori, per poi continuare con i Preti, le Monache, i Vedovi, i Pazzi (ovvero, i giovani non ancora sposati), le Donne sposate e dulcis in fundo i Cornuti (gli Uomini sposati), in un appuntamento curato dall’Accademia delle Corna, caratterizzato proprio dal goliardico rito del taglio della corna.

    Di giovedì in giovedì, di tradizione in tradizione, di carro in carro, si arriva al martedì grasso, giorno di chiusura del Carnevale e del gran finale in notturna. I 365 rintocchi della Campana dei Maccheroni scandiscono ufficialmente la fine dei bagordi e l’inizio della Quaresima.

    Un’iniziativa dedicata ai runners convinti, ma soprattutto ai pigrissimi, a quelli che “ma da solo mi annoio”, a chi ha bisogno di un motivo in più per essere costante e a chi semplicemente ha voglia di trascorrere un’ora all’aria aperta!

    Dopo il successo delle scorse edizioni, anche per quest’anno viene riproposta l’iniziativa Straverona Training – Parchi in Movimento, il programma ufficiale di preparazione alla Straverona, una serie di incontri preparatori sia teorici sia di allenamento per migliorare il proprio stile di corsa e condividere la propria passione con gli altri runners.
    Un progetto che tuttavia non punta ad essere un mero allenamento fisico, ma vuole diventare un punto di incontro per tutti gli amanti (e futuri tali!) della corsa, una scusa per scoprire sempre nuovi percorsi nel verde cittadino.

    Il programma 2017 inizia martedì 4 aprile e si concluderà martedì 16 maggio 2017, per un totale di 11 incontri.
    Come da tradizione, ogni incontro si terrà in un’area verde di Verona, con i partecipanti divisi in più gruppi per permettere a ciascuno  di essere seguito in modo adeguato dagli allenatori di Scienze Motorie, che ci assisteranno per tutta la durata del progetto.

    Novità del 2017: 

  • CINEMA  
  • MUSICA  
    • due incontri di sabato si terranno presso il Running Center di San Zeno di Montagna, che dispone di docce e spogliatoio. Si corre su strade e sentieri di montagna, senza particolari pendenze, alcuni percorsi sono estremamente  interessanti dal punto di vista paesaggistico.
    • due incontri si terranno presso il Centro Sportivo Fiorito di via Golino, che dispone di docce e spogliatoio, oltre che di una struttura bar/pizzeria.

    Successivamente alla Straverona, il programma “Parchi in Movimento” potrà essere proseguito in modo informale con appuntamenti settimanali presso il Giarol Grande, come avvenuto negli anni scorsi.

    Aspettiamo anche voi!

  • TV  
  • Tom Tailor Tom Tailor Herrenschuhe, Scarpe stringate Uomo marrone Cognac
     

  • Porta la tua mail sempre con te

    Scarica su App Store   Disponibile su Google Play

    Tutto Libero a portata di clic

    LIBERO MAIL

    NEWS

    FUN

    COMMUNITY

    UTILI

    IN CITTÀ

    SEARCH